Polline di ambrosia

Alcuni pollini di ambrosia si registrano già a partire da metà luglio, tuttavia la maggior parte dei pollini sono presenti nell’aria nei mesi di agosto e di settembre. A inizio ottobre sono ancora possibili delle concentrazioni minime. Le concentrazioni di polline di ambrosia sono rilevate dalla rete nazionale di misura dei pollini di MeteoSvizzera.

In Svizzera, le concentrazioni del polline di ambrosia sono deboli se confrontate a quelle in Ungheria, Serbia, Croazia, Francia o Italia (grafico "Polline di ambrosia in Europa"). I valori più alti in Svizzera sono misurati in Ticino e nella regione del lago Lemano. In queste regioni, le quantità di polline sono paragonabili a quelle misurate a Milano all’inizio degli anni '90. Nel Ticino meridionale si misura una media annuale di 24 giorni con forte concentrazione, a Lugano di 9 e a Ginevra di 5 giorni (grafico "Numero di giornate all'anno con forte concentrazione ..."). Dei casi di allergie all’ambrosia sono già conosciuti in queste zone. Una forte concentrazione equivale a una quantità di 11 o più pollini di ambrosia per metro cubo di aria in 24 ore. Sull’Altipiano centrale e orientale, durante gli ultimi 10 anni, è stato registrato un solo giorno a forte concentrazione di polline d’ambrosia. L'indice pollinico annuale in queste regioni è di circa 20 pollini. Questi quantitativi minimi non possono ancora causare delle allergie.

Nonostante che in Ticino e nella regione del lago Lemano le piante di ambrosia si stiano propagando progressivamente, una parte consistente dei pollini registrati proviene comunque sempre dai paesi confinanti quali la Francia o l’Italia; il polline di ambrosia viene trasportato in Svizzera dai venti sud-occidentali.